Il TAR blocca lo sgombero

L’associazione Berretti Bianchi di Viareggio ci ha mandato un comunicato che volentieri pubblichiamo. Apprendiamo con sollievo che è stato presentato ricorso al TAR ed è stata accolta l’istanza della Comunità rom di Viareggio che blocca almeno temporaneamente lo sgombero delle famiglie del campo Rom di Torre del Lago.

Senza alcun preavviso ufficiale alla  comunità rom e  alle associazioni di volontariato, il Comune di Viareggio ha emesso un’ordinanza di sgombero del campo rom comunale di Torre del Lago in data 21/06/2016, che è stata affissa ai container del campo nel pomeriggio di giovedì 23 giugno. La notizia era uscita giorni prima sulla stampa. Solo due famiglie sono state convocate dai servizi sociali e, a voce, era stata coDSC_0043municata la volontà di chiudere il campo entro la fine di giugno. L’ordinanza, consegnata il 23, ordina di lasciare il campo entro e non oltre le ore 18,00 del 25 giugno. I motivi addotti sono di ordine igienico sanitario e si basano su un sopralluogo dell’USL. Viene prospettato il ricovero in strutture di accoglienza solo per donne e bambini di tre famiglie per 15 giorni. Gli uomini rimarrebbero per la strada. Le altre famiglie, in totale sono nove, rimangono senza prospettiva seppure a breve termine.Tuttavia la comunità rom si organizza, sostenuta dal mondo del volontariato, e presenta una prima istanza di sospensiva che viene accolta dal TAR e in data odierna un ricorso, il cui esito dovrebbe essere noto intorno alla metà del mese di luglio.
Nel frattempo continua la richiesta delle famiglie e delle associazioni di incontro con l’amministrazione comunale per trovare soluzioni che garantiscano la dignità delle persone e una soluzione condivisa.

Annunci