In Classe (scuola speciale – 1976) di Lucia Fornarini

Componimento primo classificato sezione Poesia

*

Il mio angolo di vita quotidiana

quest’aula polverosa che declama

dalle pareti sbiadite

i versi di Renzo Pezzani:

“ Come il mulino odora di farina

e la chiesa d’incenso e cera fina

sa di gesso la scuola…”

E i miei bambini smarriti

che della vita di fuori

non sentono altro

che lo stridio dei freni sull’Emilia,

questi bambini un po’ soli,

raccolgono nel cuore i dolci versi

e io con loro

vorrei sentir gli odori

dei tempi che non ho vissuto.

Ma non sa più di gesso

la scuola.

Sa di terra da modellare

di pennarelli ad alcool

di tempere acriliche

e smalti dagli odori acuti

troppo intensi.

Sa di plastica

dei giocattoli nuovi

che fan bella mostra di sé

dalle scansie dell’armadio.

Su, svelti bambini,

appendiamo alle pareti

le piume

degli uccelli di bosco

e sopra i ripiani ordiniamo

i sassi di fiume

e i fossili un poco sabbiosi

raccolti sul greto dell’Arda.

Che importa se di fuori

la vita se ne scorre

senza considerare i tempi lenti

degli sguardi confusi

e dei gesti incoerenti.

In quest’aula possiamo ritrovare

quelle certezze oramai dimenticate

che fanno d’ogni uomo e del suo mondo

un universo degno di stupore.

licenzacc-3

 

 

ph: Duc

Annunci